Neve dentro (intermezzo II)

Raccontano le maestre del nido che nei giorni di neve i bambini piccoli se ne stanno quieti, gioiosi, come se sentissero addosso l’ovatta del mondo, come se assistessero ad una magia, come se ascoltassero una poesia. Tu la neve ce l’hai dentro come un sogno ricorrente, come una terra promessa, come una vocazione. La senti, anche oggi che è un giorno di vento che solleva i pollini, che confonde le foglie, che mescola i rami. Ti perdi ad inseguire le mille melodie che si intrecciano nelle onde degli alberi, abbracciandole tutte, isolandole e abbandonandole, senza sforzarti di distinguerle fino in fondo ad una ad una. Ti definivano buffone da bambina. Proprio così: non angelo, ma clown. Sei bambina ancora, anche quando traversi i tifoni, anche quando le tempeste ti agitano. Tu vai verso la neve. Sai di lei, anche quando sei vento.
Isaluna

E’ questo un affettuoso omaggio alla mia amica Isa sempre alla ricerca di nuove strade poetiche da indicare ad anime in viaggio, come lei, come me.

Annunci

7 Risposte to “Neve dentro (intermezzo II)”

  1. Fiocchi ondeggiano nell’anima mia.
    Formano una coltre bianca che si agita e si innalza ad ogni battito del mio cuore.
    Una luce diffusa segna i contorni di una costruzione fantastica che ho innalzato negli anni.
    Ho racchiuso il tutto in una sfera di cristallo perchè voglio conservare questa mia illusione per l’eternità.
    Peccato però che per tenere in vita il paesaggio debba far capriole in continuazione.

  2. alivento Says:

    Come le bolle di vetro dal paesaggio innevato? 🙂

  3. Beati gli intermezzi se i tempi principali saranno morti. 🙂

    Poetessa buffoncella, nevedentro che non sei altro ma anche sì e molto, mi prendo tutta quell’amicizia e quell’affetto, li porto con me. Ti donerei volentieri molte altre parole, se non fosse che le mie sarebbero giochi. Lievi. Stonerebbero tra tanta serietà. Come fiocchi di neve su piramidi di cemento. Ma sai che ti leggo e ci sono, sempre, con quello spirito fraterno di cui siamo capaci, anche in silenzio.

  4. alivento Says:

    fiocco di neve che non sei altro, lo sai bene che la mia cementitudine doveva traboccare da qualche parte, speriamo che sotto sia di ferro così sarà cemento armato o almeno che duri come le piramidi.
    La tua levità in cotanto mortorio serioso (che sono solo io me stessa medesima eslusiva) appare come piuma che smuove le montagne.
    Che tu sia d’intermezzo sempre ‘nsamai fuggissero gli intellettuali ;)))

  5. Anonymous Says:

    bello! ciao a.

  6. alivento Says:

    ecco Isa vedi, gli intellettuali apprezzano, e anch’io 🙂

  7. molto bella, Vento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: