Il nome

Riconsegno a voi tutti cose nuove
(a voi tutti che qualcosa mi dovete)
il nome quanto meno
che resta scritto in cielo
nell’ amara trasparenza
delle biglie di vetro.
Mani in pasta che si muove
che si fanno nel pensiero
materia di studio criminale.
Sporgersi nel vuoto spenzolando
dal balcone di sinistra 5° piano
l’ascensore la colonna dell’impianto
l’impatto il mattone rosso sangue
nella fuga la traccia dello scempio
la scena messa in atto
del delitto passionale.
Ma cosa si vuole parlare d’amore
a settant’anni?
Che la schiena si fa curva
e le braccia non reggono più il peso.
C’è da piangere e pregare
trafiggere gli occhiali di benzina
inforcare le parole e poi infuocare
il cristo crocefisso sul viale.


Marombra

Annunci

30 Risposte to “Il nome”

  1. alivento Says:

    “un eterno presente sovraccarico di stimoli senza altrove, un presente dai saperi omologanti e costantemente aggiornati, privi di teleologia” S. Guglielmin
    https://www2.blogger.com/comment.g?blogID=28438973&postID=1000279883106046976

    “la poésie ne s’impose plus, elle s’expose” P. Celan

    “Per essere ancora eticamente possibile, ella/essa, la poesia, accetta di impoverirsi (anche dove/quando è, probabilmente, luminosa e illimitata) e di contaminarsi con la mia psicologia (e la tua) e il mio giudizio (e il tuo). Ha accettato di vivere nella contraddizione continua e nella polemica.” M. Sannelli
    http://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2007/01/06/lesposta/#more-92

    Aderenze opera grafica di E. Copetti http://imperfezionidiscendenti.blog.tiscali.it/mv3073928/

    ed altro ancora

  2. Anonymous Says:

    a parte i santi che citi, io tirerei via il corsivo (mi pare prosastico – e soprattutto troppo didascalico – oltre l’impoverimento di cui parla Sannelli).

    bacio

    san gugl

  3. alivento Says:

    Non so se ci hai fatto caso, Stefano, ma il corsivo spesso nelle mie è prosa. Sono un pensiero o frasi estrapolate dal contesto reale e messe lì come funghi.
    Nella fattispecie è un dialogo ideale con mia nonna.
    Anch’io l’avrei tolto ma mi ha pregato “non mi togliere, non mi togliere DEVO stare qui!”

    abbi pazienza

    indegnamente ho citato cotanti santi, probabilmente è quella la cosa più stonata

  4. Anonymous Says:

    va bene, ‘abbio’ pazienza 🙂

    gugl

  5. alivento Says:

    Inoltre è in italiano zoppicante. Inserire delle frasi in prosa serve tra l’altro a verificare che il resto del contesto sia poesia. Esercizio tecnico anche questo.

    Notavo che i link non sono utili perchè tronchi, vedrò di sistemarli

  6. alivento Says:

    Eppoi, diciamo la verità tutta intera, è nata così quasi conclusa, pochi ritocchi e via

    Che ne pensi di quelle serie televisive dove si analizza il delitto dal punto di vista medico-legale?

  7. alivento Says:

    quello ad Elio Copetti via Paola Lovisolo qui

    http://imperfezionidiscendenti.blog.tiscali.it/mv3073928/

  8. c’è anche della rabbia (forse).

    la mia buonanotte! 😉

  9. alivento Says:

    già, può essere
    “ma cosa vuoi”…è un incipit del linguaggio parlato che sta a dire “ma fammi il piacere!”

  10. alivento Says:

    vedo che la poesia dice sempre oltre le intenzioni

  11. alivento Says:

    insofferenza ecco!

  12. @Ali
    leggo adesso questa discussione.
    la rileggerò.
    interessante.

    paola

  13. non ho letto di santi indegnamente citati? dove? sono arrivata troppo tardi
    paola

  14. alivento Says:

    Santi dice Stefano, carapolvere, io ho solo ripreso il suo termine.

    Ora prego di farmi tutti da santi protettori o di beatificarmi(e poi forse anche santificarmi)perchè “sopporto” Stefano e il mastino implacabile che è in lui!

  15. Anonymous Says:

    arfh arfh o bau bau?
    ma sti no(mi) nost(r)i ma(i)?

  16. alivento Says:

    🙂

    un talento da enigimista, leggo

  17. L’inizio ricorda Emily Dickinson, semplice e d’effetto.
    Credo che i settantenni non la vedranno di buon occhio 😉

  18. ah, antonio, sia ben chiaro io sono per l’amore anche a 70 anni, è mia nonna che non è d’accordo 😉

  19. quando compirai 70 anni, manda una mail a quest’allora vecchierello, così tanto per rammentare 😉

  20. Anonymous Says:

    ali, per avere una nonna di 70 anni dovresti avere 15 anni 🙂

  21. Anonymous Says:

    Penso che tu abbia scritto di meglio, comunque si lascia leggere.
    T.P.F.K.A.H. (the poet formerly known as hapax).

  22. Antonio, CI terremo presenti 😉

    però la poesia è anche memoria

    essì hapax che ho scritto di meglio, ma è anche vero che al meglio non c’è fine
    lieta di conoscere il preziosissimo nome, bello come quello di un poeta, l’età (in verità una sorpresa, per come scrivevi di avrei dato 150 anni) naturalmente molto lontana dalla mia, spiritualmente…non so

    Ste, sti quindici anni sono un riferimento ricorrente e anche troppo significativo, è l’eterno adolescenziale che è in me/te/tutti, mica c’è solo il fanciullino!

  23. Anonymous Says:

    in effetti le adolescenti sono meglio! 🙂

  24. Anonymous Says:

    150 anni!!! grazie! di solito la gente mi scambia per un trentenne, cosa odiosa, inoltre mi capita che ragazzi di 20 anni mi diano del Lei… ora scopro che dentro sembro ancora più vecchio! Comunque hapax era una maschera non uno pseudonimo, quindi posso dire che era lui il vecchio! 150 anni!

  25. Anonymous Says:

    dimenticavo: il mio nome si trovava già in “ego sum”, in acrostico, la poesia dove prendevo in giro hapax!

  26. erano la profonda disillusione nei tuoi simili che mi inducevano a collocarti in quella giovanile fascia d’età, hapax, il tuo amico ippofilo faceva in tal senso un contrasto pazzesco, anche quel suo modo d’approccio è un modo per affrontare la simile/dissimile similitudine

    tornando all’età io mi autoattribuisco 100 anni, dunque non è poi così male averne ai miei occhi 150

  27. ah ecco dove avevo già incontrato Alessandro Ghia! 😉

  28. Anonymous Says:

    forse tra qualche giorno ci incontreremo all’ospizio!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: