Segno

Io che avrei potuto dire
quanti cani o anni
a suo piacere dire
il re è cretino
se resto morsa in seno
e dormo
dormo?
In vaso morto le radici
la terra all’aria capovolta
di solo sogno a petti aperti
variabili sfuggenti
che non ci sono dentro
a rinsaldare i lembi
in getti nudi di struggenti
innesti a tutto spiano
e tutto si resetta il senso
risentendo il tempo a tempo
che se ritorna in sesto lì
dentro il cervello
lo sballottamento interno
il fuori posto un foglio lento
a due centimetri da terra
un tonfo ciglio in mezzo
salta il guizzo lampo
d’incredibili bagliori
stelle dei tuoi occhi
sonno in senza tempo.

Marombra (l’immagine Matisse “Il sogno” 1940)

Annunci

6 Risposte to “Segno”

  1. alivento Says:

    è pubblicata vabbè, ma la rivedo eh, dunque non esagerate con le critiche :))

    baci a tutti

  2. alivento Says:

    ecco il testo è stato modificato

  3. Alessandro Ghia Says:

    non è male, il re cretino allude forse al re pescatore? me lo suggerisce la pianta morta, la sterilità che pervade questa composizione. però perché il re pescatore, poveraccio, dovrebbe essere cretino? quindi non è lui? sarà che tu voglia solo dire:”non me ne frega nulla del potere regio”?
    ciao,
    alessandro

  4. alivento Says:

    ad Alessandro
    è una dichiarazione di indipendenza e, nel contempo, di arroganza, non necessariamente mia ma anche d’altri anche in altra forma, una forma d’affermazione d’altro io verso l’altro, per vincerlo/sopraffarlo, un modo per sentirsi forti denigrando

    una cosa che avviene spesso, mi sembra, di questi tempi o forse anche in altri o in tutti i tempi

  5. sono andata ai link.
    nom de plume.
    bel link. appunto.
    bella la rubrica che tieni.
    bella tu. punto.
    io in poesia amo in bi-sessuale.
    ops. l’ho detto.
    azz.
    paola

  6. alivento Says:

    Io in poesia amo a senso unico
    ops l’ho detto 😉

    grazie, Paola, della parola bella, (poi non so perchè, detto da te, mi sembra ancor più bello) e dei complimenti per la rubrica.

    Quando penso alla rubrica mi sento già stanca, similmente a quando cominciai l’avventura di moderator su oboesommerso.
    “Temo” che anche su tellus farò un buon lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: