Arancio

Vincent Van Googh, Farfalle e papaveri

Tra il cucito e prima ancora

vieni

come bacio in bocca rapinosa

ramesucchiando bene

così di colpo allarghi le lamelle

in tentazione ardita di delizia

che apre scuce graffia le safene

strisci

veicolando gusci in polpanome

annodi il papillon e sfreni

l’alba a chiodi arancio

dritta lama nel suo seno

spinta piena irregolare

partorisci

un brindisi di vino

salute alla signora

che vinse in toto il premio

sopra a tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: