Auto(matismo)ritratto

Elmo in testa di fierezza. Mira alta elevata all’impotenza impigliata in righe nere o nane circoscritte di pennuti. Tronfi nodi a pettinare. Toni cupi di proiettili sparati. Pioggia a granchio sul dolore. Morso ottuso d’ossessione. Spina compulsiva dello sfarfallio letale. Femmina totale ad ovulare amore e sesso. Dio desiderare. Nuda scopa. Pompa morsa. Seno gonfio in petto da centrifuga del secco. Sfere d’ombra rutilanti in collisione spirituale. De ragliare. Schianto d’equilibrio. Freccia dritta al cuore nel bersaglio del centro perfetto vuoto bioculare. Corpo vacillante morto suo malgrado frammentato al suolo raso. Marchio a fuoco della preda. Sterco di rigetto. Pesci rossi muti al palo. Lacci rotti al via di fuga. L’urto in faccia piena quanto basta.  Obliterare.

Così comincia l’autoritratto che ho elaborato durante la mia assenza e che avevo preso impegni a pubblicare sul blog Erodiade. Per chi fosse interessato il resto di questo mio scritto lo trovate qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: