Pesci

Tutto fuoriesce
dall’essere che grida
la voce strozzata
morta d’alternativa
il sole tradito
le labbra la lingua la saliva
oscuro
          fuggire
                     scagliando
pesci pesanti
pesantemente al cuore.
Dita di fango
acidi denti
peli che invadono in ogni dove
la bocca interrotta e gli occhi
incrinati di cristallo
mani indecenti a frugare
d’ impasto l’artiglio
l’eterno candore.

Annunci

2 Risposte to “Pesci”

  1. ok! questa è l’alivento che piace a me!
    ciao,
    alessandro

  2. è quella che piace anche a me, Alessandro 😉
    però questa è una poesia scritta circa quattro mesi fa, lasciata a decantare tra una limatina e l’altra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: