Per elastico

Amo amando

purissimo amore

per canto muore

per il dito nella piaga

a strusciare piegando

ogni cellula mimosa

minuscola a forzare

per sfondare

per essere l’essere minuto

nel burro sgrasso fuso

liquefacendo il cuore

per quanto deboli

gambe e ginocchia

per battito tremore

per lo slancio supremo

sugli apici cristallo

per lo squassamento interiore

per fiore d’agave nel cielo

punta a lancia di diamante

azzurrissimo e sereno

per solo baciare il sole

bruciatamente

per amore

Lucigrafia: Nerodagave

Annunci

6 Risposte to “Per elastico”

  1. un bel brano diviso tra tormento e limpidezza, che sembra trionfare nel finale, dove il sentimento pare sublimare la piccolezza dell’uomo.
    ciao,
    alessandro

  2. alivento Says:

    Alessandro, mi dà molta soddisfazione la tua lettura attenta. Come ho già detto nel post precedente è un brano che mi piace molto, per il suono, per il senso, per lo slancio, il calore.
    per le note di tormento e limpidezza a cui tu accenni.
    E nato nel momento in cui il mio sguardo (anche fotottico) si è posato sul fiore d’un agave dritto slanciato nel cielo. E’ emersa solo pochi giorni fa in parole, venute fuori di getto, come tutte le cose che scrivo, che maturano intimamente, mescolandosi ad altre cose, discorsi, emozioni, esperienze.

  3. violaamarelli Says:

    beh, te l’ho già detto che è comme il faut, te lo ripeto anche qui, un abbraccio, Viola

  4. te l’ho già detto che mi fa molto piacere il tuo commento positivo, viola, per affinità di sentire, per franchezza d’approccio apprezzata anche su erodiade

  5. Mi piace pensare che elastico sia il pompare di un cuore innamorato, che senza sosta spinge e si arretra, clicca e ritira.
    E che la punta d’agave, curiosissima come un nasino all’insu’, sia invece desiderio di luce, di un dolce abbraccio nell’aria.

  6. Ho letto il tuo commento Z1 e sull’onda della tua immaginazione ho risposto così su viadellebelledonne a cercare di spiegare cosa ho voluto esprimere.
    “l’amore riveste ogni cosa di splendore, e dona all’animo un afflato particolare, come se inspirare non fosse mai abbastanza per riempire d’aria polmoni così espansi, simile sensazione profonda e grata che si ha osservando un cielo stellato; in certo qual modo anche questo desiderio di immenso, di luce, d’infinito nel cuore pulsante d’ un amare grandioso, è quello che ho cercato d’esprimere qui”
    dunque, quel nasino curiosissimo all’insù, (quella continua ricerca a capire, sperimentare, sondare e soprattutto, soprattutto de-siderare qualcosa che sta sempre un po’ più in là) c’è.
    Per elastico del titolo esprime molte idee-immagini. L’elastico di una fionda che si tende e si slancia, che scaglia la pietra(idea che già antonella pizzo aveva intuito, ho cercato di inserire elastico e fionda nel testo, ma questa è una di quelle costruzioni che nascono così, quasi perfette, non è facile alterarle per introdurre nuovi concetti) elastico è poi ogni cosa che si tende e poi molla che pompa, si gonfia e si ritira, s’allontana e s’avvicina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: