Circuito

Gustav Klimt, Le vergini 

Come lontano e sfinito

e stanco e morto

sfumato nel tempo

come sterno appiattito

compressione del cuore

il cardias disfatto

come un flusso e reflusso di sale

che sale a imbibire

i polmoni ovattati

rasentando l’esofago corto

le costole strette in circuito strano

un timpano imploso maiuscolo

di perverso abbandono

come cadere in un vuoto di stoffa

liscia pesante senza pensare

sistemare le pieghe di raso

dislocare il diaframma

inchiodato al bloccaggio

nel sistema del non respirare.

Annunci

11 Risposte to “Circuito”

  1. “sistema del non respirare”…si rischia il corto circuito?

  2. cioè non respirando? credo che si rischi solo il soffocamento.
    Il problema è piuttosto risolvere il dubbio di quant’è ampio (o lungo o corto) il nostro (mio/tuo) piccolo respiro.

    ti ringrazio d’avere avuto la determinazione di leggere questa mia pur nel carattere piccolo con cui inizialmente l’ho pubblicata. adesso ho applicato la dimensione di carattere solita
    ciao Virgin

  3. Alessandro Ghia Says:

    il soffocamento, che sia una metafora per la società?
    Il titolo è circùito o circuìto? a seconda di come si interpreta mi viene da scegliere l’uno o l’altro, forse è volutamente ambiguo?
    ciao,
    alessandro

    ps mi hai insegnato un vocabolo nuovo: ‘imbibire’!

  4. poesia e respiro, direi una buona questione…bisognerebbe provare a respirarci sopra, a questo testo, provare a dirlo tutto con un solo fiato, oppure piegare il testo al respiro…
    sul cardias, Ali, dovresti leggere Bacchini, “contemplazioni meccaniche e pneumatiche”….
    ciao
    Giacomo

  5. credo si rischi al più lo svenimento, dopo di ché il respiro riprende in barba dalla nostra boicottata volontà

  6. ma al di là dell’interpretazione Alessandro, questa poesia ti attrae, mi sembra, anzi le possibili interpretazioni che hai formulato del significato, vogliono dire aver pensato al senso del testo…e il testo si, potrebbe essere metafora della società certo ma anche espressione sintomatica degli effetti da contatto.

  7. Giacomo, l’idea di leggerlo tutto d’un fiato è anche mia, non so se però il respiro corto che ho ce la fa…proverò a leggerla ad alta voce, magari rappresentarla per iscritto su un video e la mia lettura in sottofondo, sarebbe un esprerimento performativo interessante.

  8. Antonio, non saprei descrivere la sensazione fisica per fisica soppressione del respiro, quando ne scrivo è sempre un discorso metaforico.
    Mi viene in mente però una cosa che ti dà ragione: volontariamente, per semplice comando del pensiero, non si può smettere di respirare, e neppure di far battere il proprio cuore

  9. dal genere e dal numero dei commenti ne traggo la sensazione che abbiate apprezzato questa mia, ne sono contenta, è cosa questa che mi dà soddisfazione. grazie

    cari saluti a tutti

  10. francesco t. Says:

    sì, ho apprezzato questa tua.
    la soddisfazione è legittima.
    a me il sistema del non respirare è un’immagine che piace moltissimo.
    ciao

    francesco

  11. Francesco lieta sorpresa leggerti da queste parti.
    Grazie del commento, anche a me piace l’immagine.
    La mia, avrai notato, è talora una poesia, tra l’altro, molto fisica, cioè protesa a descrivere disagio, sofferenza, sintomatologia stressogena o dolorosa attraverso una debordante fisicità.
    Cioè in effetti quanto di più lontano dalla delicatezza di certe tue immagini, ma, d’altra parte, tu m’insegni, in certo qual modo la poesia restituisce, esasperato dalla sensibilità esasperata del poeta ciò che oggi, ieri, l’anno scorso, due o dieci, tre o trenta anni fa si è ricevuto, immaginato, percepito, sedimentato, macerato ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: