Scarto

.

Che aspetto ha la paralisi del capo

se quello fermo in blocco

il resto gira da ogni parte?

Se le altre membra tumultuose

s’ingegnano a produrre energia?

Forse cammineranno senza guida

i piedi correranno in tondo

poi senza meta condurranno il tronco

tra l’erba alta della prateria

eliche bianche come braccia

ruoteranno ovali nell’aria di cotone

le mani affannandosi di sete

si placheranno tuffandosi nei pozzi

il petto svitato si duplicherà

in cloni maieutici del pianto

le gocce si trasformeranno

in pezzi duri di cobalto e rosa

e poi stramazzeranno soffocate

per salto sprofondato

d’ogni cosa.

Annunci

10 Risposte to “Scarto”

  1. “il petto svitato di duplicherà” probabile che ci sia qualcosa che non va, qui.

    “braccia pale eoliche grandiose” non mi piace

    bella l’immagine dell’ “aria di cotone”

    un saluto

  2. Il fatto è che a me piace molto l’immagine delle pale eoliche, lente ed eleganti a girare mastodontiche nel cielo sopra un prato verde, ora faccio qualche prova di cambiotempo.
    E naturalmente correggo l’errore di battitura.
    Noto VP che tu mi leggi con attenzione. Ti ringrazio di questo…

  3. bene, direi perfetto! grazie VP
    ma nel merito che ne pensi?

  4. eh, be’…quando leggo cerco di farlo sempre con attenzione. 😀

    il mio, ovviamente, non voleva essere un invito a cambiare il verso, però così lo preferisco.

    mi piace l’immagine che s’è formata nella mente, leggendola: una pioggia di membra. mi piace, sì.

  5. devo dire che questo poetare “corporale” mi riesce bene, dev’essere la poesia “al femminile” così capace di far passare emozioni, pensieri, idee, immagini attraverso le percezioni degli elementi fisici del proprio corpo, una speciale capacità d’ascolto?
    donna-corpo-madre-terra-natura

  6. il tuo invito a cambiare s’è coniugato col mio desiderio di cambiare, ieri sera ho provato a lungo un giusto verso senza restare soddisfatta, oggi invece la modifica m’è venuta in mente con molta semplicità, l’immagine (delle pale eoliche grandiose) s’è contratta in chiarezza espositiva, ma l’insieme architettonico verbale ne ha tratto giovamento.
    rigrazie VP

  7. difficile staccare la poesia al femminile dalla percezione corporea! …ma a me piace molto che sia così!
    brava ali.
    a me piace molto il

    “salto sprofondato

    d’ogni cosa.”

    adoro le immagini che mi sanno di bilico, burrone, infinito, vuoto, fondo, brivido……. e questa le tiene tutte!

  8. visto il tuo apprezzamento patty, posterò questa mia anche su VDBD

    smack

  9. […] Questa è l’immagine creata a commento della poesia scarto pubblicata qui […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: