Sedimento

Se tracciassi un segno netto

disegnassi la parete

se parlassi sola al cielo come pazza

se belassi una canzone stretta

agnellina da latte benedetta

se venissi a brucarti nella mano

a nutrirmi del tuo sangue

sanguisuga viscerale del tuo petto

se leggessi nello specchio

la conchiglia del mollusco

labbra a pera dell’insulto

in cannuccia di risucchio

di sicuro in tempo niente

morirei d’inedia a spasmi

tempo a spicchi di spirale

perirei d’oscuro male.

.

(corda al collo biforcuto

di serpente intellettuale)

Annunci

13 Risposte to “Sedimento”

  1. “corda al collo biforcuto

    di serpente intellettuale”

    questa chiusura non mi convince. credo che con “perirei d’oscuro male” si poteva già concludere.

  2. ah, … “non mi convince”, nel senso che non mi piace come suona.

  3. fai sempre osservazioni schioccanti come una frusta e troppo pertinenti per essere un VP qualsiasi :)))

    accolgo la tua osservazione e intervengo in formattazione…vediamo che effetto fa ;))

  4. cazzarola, se schiocco come una frusta non commento più! 😀

    così la preferisco, perché quei versi appaiono come una riflessione (di)staccata e la lettura è più gradevole (per quanto mi concerne, ovviamente).

    un saluto!

  5. erminia daeder Says:

    Cara Ali, questo luogo così raffinato e denso mi attira molto, è come se la sua componente grafica e pittorica, molto suggestiva e ricca di risonanze emotive, si innestasse sugli elementi verbali – talvolta misteriosi, talvolta più aperti, e sempre di un ritmo e di una base lessicale interlocutoria e circolare – sino a farsi sistema unitario con essi, per cui l’effetto globale è sinestesico. Un caro saluto.

  6. VP forse più che schioccanti dovrei dire crocchianti o crepitanti, ecco sì una sorta di fragranza di buon pane o scoppiettio di buon fuoco 🙂
    grazie accetto molto l’apprezzamento sulla modifica, mi dà la sensazione di un buon lavoro sinergico

  7. Erminia, intanto grazie del graditissimo passaggio; il tuo intervento non solo mi fa pensare che siano certi bei commenti come i tuoi a nobilitare questo luogo, ma mi fa tornare anche in mente che devo ancora spiegare il perchè ormai posto solo mie immagini, avendo abbandonato le operazione di rielaborazione di immagini altrui e di riportare le foto di opere pittoriche al fine di illustrare commentare i miei testi qui proposti. Conto a breve di illustrare le ragioni di questa scelta in un apposito post.

  8. sbaglio o mi stai pigliando una via viscerale pure tu?
    non è una critica, affatto!!! mi piace!!!

    …ci sono un paio di passaggi che non mi convincono, ma non ti dico di che cosa si tratta e neppure come li preferirei!
    sono un poco contraria a mettere le mani su consiglio altrui, su una cosa che, tu in quanto autore\autrice, consideri terminata. piuttosto prendi i consigli e ricomincia da zero!!!

    un bacio! 🙂

    ps. ma ali! è tanto che non passi a trovarmi su scarpette rosse!!!! guarda che ti aspetto, ragazza!!!! 😉

  9. erminia daeder Says:

    Bene Ali, allora attendo di leggere, e grazie.

  10. Dunque passo per un saluto e per farti gli auguri di pasqua e visto che ci sono ed è parecchio che non mi facevo vivo… faccio il “rompi” pure io 😉

    Siccome mi ha ispirato l’immagine si potrebbe anche utilizzare la chiusa per un rovesciamento a specchio?

    Tipo:

    Se tracciassi un segno netto
    disegnassi la parete
    se parlassi sola al cielo come pazza
    se belassi una canzone stretta
    agnellina da latte benedetta
    se venissi a brucarti nella mano
    a nutrirmi del tuo sangue
    sanguisuga viscerale del tuo petto
    se leggessi nello specchio
    la conchiglia del mollusco
    labbra a pera dell’insulto
    in cannuccia di risucchio
    di sicuro in tempo niente
    morirei d’inedia a spasmi
    tempo a spicchi di spirale
    perirei d’oscuro male

    corda al collo biforcuto
    di serpente intellettuale

    perirei d’oscuro male
    tempo a spicchi di spirale
    morirei d’inedia a spasmi
    di sicuro in tempo niente
    in cannuccia di risucchio
    labbra a pera dell’insulto
    la conchiglia del mollusco
    se leggessi nello specchio
    sanguisuga viscerale del tuo petto
    a nutrirmi del tuo sangue
    se venissi a brucarti nella mano
    agnellina da latte benedetta
    se belassi una canzone stretta
    se parlassi sola al cielo come pazza
    disegnassi la parete
    se tracciassi un segno netto

    ok… ora dopo aver fatto il casino l’ospite si avvia ad uscire di scena… non vi disturbate… piano… non spingete vado bene da solo… piano 😀
    .:.

  11. hermansji è carinissimo questo tuo esperimento :)))
    ciao!!!

  12. ciao Erminia, a presto.

  13. patty, ogni volta che si pensa di cambiare qualcosa nella poesia (o scritto d’altro genere) di qualcun altro, lo si fa per una forma di partecipazione e/o controllo, in entrambi i casi, accetto l’intervento considerandolo un bisogno più del lettore che mio ed una forma di appropriazione del mio testo che così e massimamente condiviso
    ogni volta penso pure di compiere un passo indietro e mi chiedo quanta strada ancora ci sia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: