Ritratto (1)

 

All’incrocio di bretelle

il direttore di sala danza

col capo biondo ben rasato

nel colletto bianco inamidato

dentro la giacca scura sorridente

la sua camicia vince ogni mattina

– da tre anni convinta della meta –

con un gesto il disordine del mondo.

Annunci

2 Risposte to “Ritratto (1)”

  1. Contro quest’ordine fasullo imposto
    a onta della natura
    e delle cose
    beato sia quel luogo dove il disordine regna sovrano
    dove può nascere qualcosa di speciale
    il doppio passo di un incedere
    il ritmo sincopato di una musica

  2. Alivento Says:

    Questa poesia, cara diotima, rivela nelle ultime righe la mia insofferenza all’autorità ed una certa propensione per l’anarchia, ma si tratterebbe nel mio pensiero di un’anarchia che non è disordine, non è rivolta, bensì utopia, quella di una società un cui l’eticità sia così profonda, ed altrettanto profondo il convincimento del non ledere nessuno, unito al senso civile e di cooperazione sociale così massimamente sviluppati che non ci sarebbe più bisogno di autorità e poteri, perchè in questa civiltà ipotetica ideale ognuno contribuirebbe al benessere individuale e collettivo senza che gli sia imposto alcunchè per semplice concorso in autonomo convincimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: