In bocca franta (l’immagine che viene dal nulla)

Annunci

6 Risposte to “In bocca franta (l’immagine che viene dal nulla)”

  1. il nulla
    se provo a immaginarlo
    lo vedo collocato tra due parentesi
    allora – mi dico –
    è una parte trascurabile
    così come m’insegnarono?

  2. Subhaga Gaetano Failla Says:

    Ooh… The doors… Le porte della percezione (Aldous Huxley)…
    Ciao Alivento (sulla poesia ho lasciato un commento su VDBD).

  3. o il nulla, apparentemente trascurabile, è il prima di qualunque cosa-essenza, il dopo di qualunque morte-fine, l’indefinito inconoscibile da rappresentare tra parentesi: la parentei nulla
    ) nulla (

  4. gaetano, ho letto il tuo commento su VDBD, ti rispondo di là quindi, qui invece ti rassicuro che non mescolo mescalina 😉 l’immagine viene dal nulla perchè non è elaborata su una foto, ma sfruttando solo le potenzialità del sofware d’immagini. In tali casi, per sottolineare l’ elaborazione digitale, uso la categoria “virut-ali”

  5. Subhaga Gaetano Failla Says:

    Eh, sì, cara Alivento, perchè le porte della percezione, a prescindere da Huxley, Jim Morrison, ecc., sono sempre spalancate, basta ricordarsi di essere vivi… Per quanto riguarda il nulla: secondo me il nulla… Di cosa stavamo parlando? Ah, sì, di nulla… (sorriso colorato e occhiolino).
    P.S.
    Su VDBD, mia precisazione sulla tua poesia.

  6. Le porte della percezione sono aperte a chi vuole SENTIRE. 🙂
    Anche il mio sorriso è colorato, altrettanto occhiolino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: